Sputando parole

19 Febbraio 2009 |  Tagged , , , , , , | 3 Commenti

 

Avrei voluto dirti tutto ciò che mi è passato per la testa. Molto tempo fa.

 

Che sei un completo stronzo e non meriti niente, nemmeno il mio affetto che ti ho dimostrato durante questi quattro anni. E no, non finisce mica qui. Potrei dirti migliaia di cose brutte, ma so che non ne farai attenzione o nemmeno le leggerai. Ormai sei abituato a che la gente ti volti le spalle, la smetta di parlarti… quindi non sono l’unica che la pensa così.

 

Mi fai pena, molta pena. E anche la tua stupenda fidanzata, che ti sta accanto da più di dieci anni nonostante tu l’abbia tradita con la sua migliore amica. E ti ricordi quando ve l’ho detto? Ecco, sì, ho sbagliato, ma volevo che quella tipa che dice ancora di essere la tua ragazza, se ne rendesse conto che razza di mascalzone ha davanti. Ma lei ti ama, nonostante le corna, nonostante tu ti deva trasferire in un’altra città… non comprende che qualcosa può stare proprio voltando l’angolo, e poi che succederebbe? Nulla, lei starà sempre dietro. Come un cagnolino, ecco.

 

Dovrei farti i complimenti per il tuo concorso, e te li ho fatti. Certo. Ma da allora sei sparito, senza dirmi nulla tranne un giorno in cui ci siamo incontrati per puro caso sulla strada. Parlavi piano ma con autorità… come se quel maledetto concurso ti desse l’opportunità di sentirti meglio di tutti quelli che finalmente hai lasciato indietro. Tu vivi il presente, il futuro ti sembra speranzoso e il passato ti sembra proprio una merda. Che meraviglia.

 

E non sono invidiosa però, anche se lo possa sembrare. Di cosa dovrei invidiarti, se non per la tua facilità per fare amici nuovi. Che appena te ne stanchi li butti via, se non ti stanno simpatici ti ci metti a spettegolare, se hanno dei difetti tu ne parli criticando… vabbè, tanto tu sei perfetto. Come la tua ragazza, e tutto quello che le è attorno, è meravigliosamente perfetto. Tutto lo fa bene, non ha mai sbagliato in vita sua. Ma va…

 

Non ho altro da dire, ormai sto diventando come avrei voluto; seria ma responsabile di ciò che fa. Tant’è vero che molte volte, secondo te, ho sbagliato dicendo cose che non dovrei aver detto. E chi lo dice, quella persona che usa la gente a suo agio… e la verità, la sacrosanta verità la puoi trovare in un altro post. Ma rimangono come un segreto.

 

Segreto che non ti confiderò mai, perchè proprio non lo meriti. Sappi che io continuerò per la mia strada, senza voltarmi indietro.

 

Addio.

 


Commenti



3 Commenti

  1.    antonio76 on 24 Febbraio 2009 23:41

    uhi uhi uhi che rabbia.. che rabbia…

  2.    Sound on 28 Febbraio 2009 16:59

    Fino al prossimo post?

  3.    marco on 22 Marzo 2009 15:32

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Sito web

Speak your mind

Codice di sicurezza: